About my Blog

Benvenuti nel mio Blog! Le ricette e le informazioni che troverete in queste pagine sono il frutto di trent'anni di divertimento in cucina, di "esperimenti" e di tanta passione per il buon cibo. Giorno per giorno, se mi seguirete, vedrete il Blog crescere ed arricchirsi di sempre nuove idee ed informazioni utili. Saranno graditi i vostri commenti, le vostre domande e, perchè no, anche le vostre critiche! BUON APPETITO!

sabato 29 marzo 2014

Uova vere per decorare la tavola di Pasqua





Mancano poche settimane a Pasqua e se state già pensando a come decorare la tavola per sorprendere i vostri ospiti con qualcosa di nuovo, ho l’idea che fa per voi: le uova vere, svuotate, colorate e decorate a decoupage o con delle applicazioni. Richiedono un pochino di lavoro ma il risultato è davvero grazioso e di grande soddisfazione.


Nel lavoro potrete farvi aiutare dai vostri figli: sarà un modo simpatico di stare insieme. Le uova realizzate, tra l’altro con costi bassissimi, potranno essere usate come segnaposto: per farle stare in piedi basterà appoggiarle su un tappino dell’acqua minerale, magari colorato con smalti per unghie glitterati (io per questi usi compro gli smalti a pochi euro nelle bancarelle o dai cinesi).
Oppure potranno essere riunite in un cestino o su un’alzatina e diventare un originale centrotavola.
Se non avete mai provato a fare il decoupage può essere l’occasione per fare questa divertente esperienza, ma se non ve la sentite potete semplicemente colorare le uova e decorarle con tulle e fiorellini per bomboniere: un po’ di colori acrilici, qualche mano di vernice lucida, un po’ di colla, tulle e fiorellini, e con pochi passaggi avrete pronte delle uova deliziose!
Naturalmente l’interno dell’uovo non va buttato: potrà essere usato per frittate, torte o altri usi.

Ed ecco spiegata passo passo la tecnica per svuotare le uova e decorarle a decoupage.

PROCEDIMENTO PER SVUOTARE E DECORARE LE UOVA

1. Svuotamento

Cosa occorre: 
uno strofinaccio
un forbicino per manicure
una siringa per iniezioni
una ciotola e una ciotolina
alcool
aceto
stuzzicadenti
spiedini di legno


Scegliere un uovo piuttosto grande. Lavarlo esternamente con acqua e aceto.

Tenendo l'uovo nella mano sinistra protetta da uno strofinaccio, praticare con la punta delle forbicine un piccolo foro all'estremità inferiore dell'uovo, cercando di farlo proprio al centro. 

Capovolgere l'uovo e, allo stesso modo, fare un forellino all'estremità opposta.


A questo punto, infilare uno stuzzicadenti attraverso uno dei fori e girare per far sì che il tuorlo e l'albume si mescolino e possano uscire più facilmente.

Posizionandosi sopra a una ciotola, soffiare energicamente in uno dei fori per fare uscire l'uovo dall'altro. Questa operazione richiede un po' di pazienza e buoni polmoni …ma poi vedrete l'uovo che comincia a uscire da sotto: prima l'albume e poi il tuorlo. Il contenuto è utilizzabile, se si vuole, per frittate o altro.

Quando l'uovo sarà uscito tutto (più piccoli sono i fori, più pazienza ci vuole), sciacquare il guscio, poi mettere un po' di aceto nella ciotolina  e, per mezzo della siringa, inserire un po' di aceto dentro il guscio: scuotere il guscio per pulirlo all'interno. Svuotarlo soffiando in uno dei fori, come prima.
Ripetere questa operazione con l'aceto un paio di volte, in modo che dentro siano rimosse tutte le tracce di uovo.

Adesso, allo stesso modo, con la siringa inserire nel guscio dell'acqua, per sciacquarlo bene dall'aceto. Scuotere, svuotarlo e ripetere 1-2 volte l'operazione.

Adesso mettere ad asciugare il guscio infilandolo su uno stecchino di legno (se il foro è abbastanza grande) oppure appoggiato su un rotolino di cartone (quelli della carta igienica per esempio), o su un bicchierino.
Dovrà asciugare per almeno una giornata, per essere sicuri che dentro non resti umidità.
A questo punto sarà pronto per essere lavorato.

2. Preparazione

Cosa occorre:

stucco
gesso acrilico
tamponcino spugna
rotolini di cartone (quelli interni della carta igienica) o altro tipo di supporto
spatolina o coltellino di plastica
carta vetrata n° 500

La prima operazione da fare è chiudere con lo stucco i forellini. Se invece si desiderasse inserire sopra un nastrino per appendere il guscio, lasciare aperto il foro superiore e tappare solo quello sotto.


Con la spatolina o il coltellino di plastica prelevare una piccola quantità di stucco e spalmarla sul forellino, chiudere il buco e lisciare con la spatolina o coltellino di plastica, asportando lo stucco eccedente.

Adesso, lavorando sempre su mezzo uovo alla volta per poterlo appoggiare sull'altra metà mentre asciuga, cominciare a passare la prima mano di gesso acrilico con l'aiuto del tamponcino spugna.

Coperta la prima metà, appoggiare sul rotolino di cartone o su altro supporto e lasciare perfettamente asciugare il gesso.
Procedere allo stesso modo per l'altra metà del guscio. Sempre procedendo su metà uovo per volta, passare 2-3 mani di gesso, finché non si vedrà più il colore naturale del guscio e lo strato di gesso sarà uniforme.

A questo punto, con un pezzetto di carta vetrata n° 500, passare delicatamente tutto l'uovo per levigarlo ed eliminare eventuali ruvidità.





3. Decorazione

Cosa occorre:

colori acrilici
vernice lucida all'acqua
pennelli (meglio se morbidi e non tanto grandi)
tamponcino spugna
carta da decoupage o fiori secchi pressati
colla Vinavil
carta vetrata n° 500
rotolino di cartone o altro supporto

Prima di tutto decidere come si vuole decorare l'uovo, se semplicemente colorarlo e lucidarlo oppure se decorarlo a decoupage. In quest'ultimo caso, scegliere accuratamente la carta, preferendo decori piccoli che possano ben adattarsi alla forma curva dell'uovo. Una buona idea può essere quella di usare piccoli fiori secchi pressati.

In tutti i casi, il guscio andrà prima colorato. E' ovviamente importante che il colore, o i colori, armonizzino con la carta scelta se poi si procederà col decoupage.

Colorare il fondo

Il fondo si può colorare in modo omogeneo o sfumando uno o più colori in tonalità più o meno intense. Nel primo caso conviene usare un pennello, nel secondo il tamponcino spugna (oppure un piccolo pezzo di spugna naturale o sintetica).
L'importante è procedere sempre su metà uovo per volta e lasciare bene asciugare ogni mano.
Passare almeno 2 mani di colore su tutto l'uovo.
Qui sotto ecco 2 esempi di colorazione sfumata eseguita col tamponcino spugna.








Quando il colore ci soddisfa, possiamo dare una leggera passata con la carta vetrata n. 500 per lisciare bene la superficie. Poi, se si desidera l'uovo solo colorato, a questo punto si può passare alla fase di lucidatura, passando 3-4 mani di vernice lucida all'acqua (sempre su metà uovo per volta e lasciando asciugare bene ogni mano).
Ricordarsi di lavare bene spugne e pennelli con acqua e sapone subito dopo averli usati.

Se invece si vuole decorare l'uovo con il decoupage, dopo la colorazione non passare la vernice ma procedere come segue.

a) Decoupage con fiori secchi pressati

Un modo semplice e adatto per decorare l'uovo è con i fiori secchi pressati (si trovano nei negozi che vendono materiale per decoupage). E' sicuramente più adatto per chi si accosta per la prima volta al decoupage.

Decidiamo prima di tutto dove vogliamo posizionare i fiori sul nostro uovo già colorato, poi prepariamo una mistura di colla Vinavil (4 parti) e acqua (1 parte), quindi con il pennello bagnato nella mistura di colla bagnamo di colla una metà dell'uovo; sempre con il pennello bagnato di colla solleviamo un fiore alla volta (con molta delicatezza perché i fiori secchi sono piuttosto fragili) e posizioniamolo sulla metà di uovo dove abbiamo passato la colla. Mettiamo allo stesso modo gli altri fiori (ricordiamo di lavorare per ora solo su una metà dell'uovo) e passiamo su tutto (fiori e mezzo uovo) una mano della mistura di colla. Questa si presenterà biancastra:


Lasciamola asciugare perfettamente per alcune ore e diventerà trasparente.
Quando la prima metà dell'uovo sarà completamente asciutta, procediamo allo stesso modo incollando i fiori secchi sull'altra metà e poi lasciamo asciugare anche questa.
A questo punto proteggiamo il tutto (fiori e superficie del guscio) con 3-4 mani di vernice lucida all'acqua, lavorando sempre mezzo uovo alla volta e lasciando asciugare bene ogni mano (considerare che per asciugare bene ci vuole qualche ora per ogni mano).
Questo sarà il risultato finale.


b) Decoupage con carta

Dopo aver scelto un'immagine che si adatta alla superficie dell'uovo, ritagliamola con cura, in modo da eliminare tutti i bordini bianchi.


Ora posiamo il ritaglio sull'uovo e decidiamo come vogliamo posizionarlo.
Pratichiamo alcuni tagli per "disarticolare" la figura in modo che si adatti alla forma dell'uovo seguendone la curvatura; i tagli, per essere meno visibili sul lavoro finito, non dovranno essere dritti ma seguire i contorni di alcuni particolari del disegno (foglie, fiori, ecc.).
Prepariamo la mistura di colla Vinavil (4 parti) e acqua (1 parte). Con un pezzo di scottex inumidito d'acqua tamponiamo delicatamente il ritaglio di carta: in questo modo le fibre della carta si distenderanno e il ritaglio aderirà più facilmente all'uovo. 
La carta dovrà solo inumidirsi; se occorre, asciugate con un foglio di scottex l'acqua in eccesso dal ritaglio.


Adesso bagnamo di colla prima la metà dell'uovo su cui lavoreremo, poi anche il retro del ritaglio di carta.
Con l'aiuto del pennello e con molta attenzione solleviamo il ritaglio e posizioniamolo sull'uovo, facendolo aderire bene. Aiutiamoci con un dito bagnato di colla per fare aderire il ritaglio ed eliminare le eventuali pieghe e bolle che si potranno formare: distendere delicatamente la carta col dito bagnato di colla, poi passare sul ritaglio e sulla superficie del mezzo uovo, col pennellino, una mano della mistura di colla, che si presenterà biancastra.


Lasciare asciugare perfettamente e la patina di colla diventerà trasparente.
A questo punto, se si vuole applicare un'immagine anche sull'altra metà dell'uovo, procedere allo stesso modo. Quando la colla è perfettamente asciutta, iniziare a passare, con un pennellino morbido, diverse mani di vernice lucida all'acqua, sempre su mezzo uovo per volta e lasciando asciugare bene ogni mano.










Per un lavoro ottimale, dopo le prime 5 mani di vernice carteggiare delicatamente le immagini per limare il dislivello tra la carta e la superficie dell'uovo, poi spolverare bene per eliminare la polverina che si forma e ripetere l'operazione di carteggiatura dopo aver passato altre 3-4 mani di vernice.
Terminare passando ancora qualche mano di vernice.
Il lavoro di decoupage è eseguito al meglio quando il dislivello sarà stato completamente annullato al tatto. Per questo serviranno complessivamente almeno una decina di mani di vernice e 2-3 carteggiature.
Questo è il lavoro finito.


Print Friendly and PDF
Se ti è piaciuta questa pagina, fammi un regalo... condividila!
classifiche

4 commenti :

giusi_g ha detto...

Chiara quante passioni e tempo trascorso assieme ....le tue uova sono deliziose ....un bacione giusi_g

Mariachiara Martinelli ha detto...

Davvero Giusi, ci conosciamo ormai da un po' di anni...ma non siamo ancora riuscite a vederci e ad abbracciarci di persona...Però mai dire mai...
Un bacione a te

Paola P ha detto...

Come sono raffinate, proprio un'idea giusta per le festività pasquali.
Brava....come sempre

Mariachiara Martinelli ha detto...

Grazie Paola, sono contenta che ti piacciano!
Buona domenica!

Posta un commento