About my Blog

Benvenuti nel mio Blog! Le ricette e le informazioni che troverete in queste pagine sono il frutto di trent'anni di divertimento in cucina, di "esperimenti" e di tanta passione per il buon cibo. Giorno per giorno, se mi seguirete, vedrete il Blog crescere ed arricchirsi di sempre nuove idee ed informazioni utili. Saranno graditi i vostri commenti, le vostre domande e, perchè no, anche le vostre critiche! BUON APPETITO!

martedì 4 febbraio 2014

Paccheri fritti


Ho conosciuto la ricetta su un forum di cucina dove era stata postata dall’utente Anarona. Io, però, ho un po’ modificato il procedimento e ho messo a punto delle dosi con cui mi trovo molto bene.
La versione originale è questa con il ripieno di tonno, ma prossimamente vi fornirò anche altre varianti ugualmente buone con ripieni diversi.
Al contrario di quasi tutte le mie ricette questi paccheri non sono proprio velocissimi da fare, ma si realizzano in due fasi: la preparazione va fatta la sera prima, poi si friggono al momento di servirli, oppure si friggono anche qualche ora prima di servirli e all’ultimo momento si scaldano in forno, perché vanno mangiati caldi. Però credetemi, sono talmente sfiziosi che valgono bene un pochino di lavoro!
  
Ingredienti:
24 paccheri (io uso la marca Garofalo), 250 gr di ricotta, 150 gr di tonno sgocciolato (peso netto), 1 cucchiaio e mezzo di capperi, 4 filetti di acciuga sott’olio, 1 uovo, pangrattato, olio di arachidi.

Preparazione:
Preparare il ripieno: passare al tritatutto il tonno con le acciughe e i capperi. In una ciotola mescolare il composto di tonno con la ricotta.
Portare a bollore in una pentola dell’acqua, salarla e sbollentare i paccheri, pochi per volta, per 60 secondi esatti. Scolarli con la schiumarola e metterli ad asciugare su uno strofinaccio. Procedere così fino a sbollentare in 3-4 volte tutti i paccheri.
Trasferire un po’ di ripieno in una sac a poche oppure in un sacchetto per il freezer, arrotolare strettamente la parte vuota del sacchetto e tagliare via la punta: ottenuta in questo modo una sac a poche, usarla per riempire i paccheri, badando a non lasciare spazi vuoti.
Passare adesso un pacchero per volta nell’uovo sbattuto e poi nel pangrattato. Riporli in un contenitore con coperchio e tenerli in frigo fino al giorno dopo. Questo è molto importante perché così i paccheri si ammorbidiranno leggermente con l’umidità del ripieno.

Poco prima di servirli friggere pochi paccheri per volta in abbondante olio di arachidi caldo, quindi scolarli su carta assorbente. Servirli caldi.


Print Friendly and PDF

8 commenti :

giusi_g ha detto...

ma....Chiara ... tu mi vuoi tutta ciccia e brufoli!!!!! ma che coduria questa pasta ... mai fatta fritta .... e per ora non ci provo - 1,5 kg...
bacioni tesorina mia ... giusi_g

terry giannotta ha detto...

Mamma mia, un godimento allo stato puro!!

Any ha detto...

I paccheri fritti non li ho mai provati, penso che siano una vera bontà. Interessante anche il fatto di conservarli una volta ripieni e passati nel pangrattato. Brava!

Mariachiara Martinelli ha detto...

Care Giusi, Terry e Any, vi ringrazio per i complimenti, la ricetta non è mia, io l'ho solo...perfezionata (almeno secondo i miei gusti!!).
Un bacio a voi tutte

Jessica Bianchi ha detto...

molto sfiziosi :) gnam gnam!!

Mariachiara Martinelli ha detto...

A casa nostra sono uno degli antipasti preferiti!
Ciao!!

amelina di pinti ha detto...

Mi hai incuriosito, perchè è la pasta preferita di mia figlia...ma fritta non l'avevo mai nè mangiata ne sentita...
è sicuro che la provo...
Amelina

Mariachiara Martinelli ha detto...

Sì Amelina, provala e sentirai com'è particolare! Poi fammi sapere!
Ciao!!

Posta un commento