About my Blog

Benvenuti nel mio Blog! Le ricette e le informazioni che troverete in queste pagine sono il frutto di trent'anni di divertimento in cucina, di "esperimenti" e di tanta passione per il buon cibo. Giorno per giorno, se mi seguirete, vedrete il Blog crescere ed arricchirsi di sempre nuove idee ed informazioni utili. Saranno graditi i vostri commenti, le vostre domande e, perchè no, anche le vostre critiche! BUON APPETITO!

sabato 14 febbraio 2015

Zippulas veloci



Le zippulas sono delle frittelle sarde lunghe e arrotolate; la ricetta originale prevede il lievito del pane ma io ne ho provato una versione veloce, con il lievito istantaneo, per quando la voglia di frittelle ci assale improvvisa!! Ed è proprio quello che è capitato a me e mio marito in un pomeriggio di Carnevale, così in pochi minuti ci siamo fatti una merenda a base di zippulas!
In Sardegna vi sono tante ricette diverse per queste frittelle, ma tutte sono accomunate dall’utilizzo, per colarle in padella, di un imbuto. Io invece ho usato una sac a poche, ma conviene regolarsi anche in base alla consistenza dell’impasto che, comunque, deve essere piuttosto fluido.


Ingredienti per 4 persone:
250 gr di farina 00, 250 gr di semola rimacinata di grano duro, circa mezzo litro di latte, un bicchierino di grappa, la scorza di 2-3 arance oppure una fialetta di aroma all’arancia, 0,5 dl di acqua, una bustina di lievito per torte, sale, zucchero semolato, olio di arachide per friggere.

Preparazione:
Mettere nella ciotola della planetaria le farine, il lievito, un pizzico di sale, l’acqua, la grappa e quasi tutto il latte, la buccia o l’aroma di arancia: impastare con il gancio a foglia finché sia tutto amalgamato: dovrà risultare un composto colloso e piuttosto fluido, per cui regolarsi se usare tutto il latte o tenerne indietro un po’.
In una padella scaldare circa un litro di olio di arachide e, quando sarà pronto, colarvi la pastella attraverso un imbuto formando una spirale. Friggere la frittella da entrambi i lati, girandola con una paletta a metà cottura, finché sarà gonfia e dorata.

Scolare la frittella su carta assorbente e passarla poi nello zucchero semolato. Continuare a friggere tutto l’impasto (dovrebbero venire 4 frittelle). Servire le frittelle ancora calde e ben zuccherate.


Print Friendly and PDF
Se ti è piaciuta questa pagina, fammi un regalo... condividila!
classifiche

4 commenti :

Any ha detto...

Che belle queste frittelle, molto particolari! Buon sabato Chiaretta e a presto!

Mariachiara Martinelli ha detto...

Grazie Any, a noi sono piaciute molto!

giusi_g ha detto...

fantastiche non ne avev o mai sentito parlare ... molto curiose ... ma se lo dici tu mi fido che siano bonissime ....buona domenica
giusi

Mariachiara Martinelli ha detto...

Grazie Giusi, mi dicono che con il lievito da pane siano ancora più buone, ma già così erano niente male!!
Un abbraccio e buona domenica

Posta un commento